domenica 25 febbraio 2007

Pronto, chi parla?


Non ne volevo parlare perchè pensavo fosse sconatata la risposta a questa storia...

A seguito dei recenti episodi di cronaca [...], avviso agli studenti che è vietato tenere acceso ed utilizzare il telefono cellulare sia durante le ora di lezione sia durante l'intervallo e in ogni caso per tutto il tempo di permanenza nei locali della scuola.
[...] Lo studente che verrà sorpreso ad eludere per tra volta tali regole incorrerrà in sanzioni disciplinari che potranno arrivare fino alla sospensione.
...ma invece, mio malgrado, ho traovato una ragazza che ha idee al quanto diverse dalle mie. E' d'accordo! Ora, io capisco che uno non voglia mostrare alla preside quanto questa regola sia una buffonata che si può anche evitare, però non pensavo si potesse essere d'accordo con essa. Come fai? Qui si parla di libertà! Come si può leggere "...per tutto il tempo di permanenza..." non si può più utilizzare il cellulare, neanche nell'intervallo! Da ora in poi uno non può nemmeno chiamare casa, perchè andreabbe in contro ad una possibile sospensione. Ma come fai a sospendere uno studente solo perchè usa il cellulare? Potrebbe avere qualsiasi emergenza!
Ma la cosa più bella è il motivo per il quale questa circolare è nata: "A seguito dei recenti episodi di cronaca..." cioè, il motivo sono 4 stronzi che hanno fatto filmini del cazzo con il loro cazzo di cellulare! Ma si può? per i soliti 4 pigliànculo ci deve rimettere tutta la classe!
Io, come tanti altri, mi sono rifiutato di firmare la citata circolare perchè sembra tanto una prevenzione contro azioni che non si sono mai verificate fino a qualche settimana fa e che non sono una moda, soprattutto nel nostro liceo. Inoltre, si va anche contro la libertà dell'individuo che non potrà telefonare o mandare un sms neanche nell'intervallo, dovrà usare la cabina telefonica a pagamento. Insomma non si potrà più fare niente tra un po', ci sarà l'epoca del proibizionismo, torniamo indietro invece di andare avanti.
Secondo me non serve a nulla questa buffonata che fa sentire la preside così grande, bastava la ormai secolare regola che in classe durante lezione non si usa il cellulare, come si è sempre fatto, e solo in caso contrario, volendo, il professore poteva sequestrare o mettere la nota.
C'è sicuro chi dirà: ma a scuola si va per studiare non per usare il telefono. Si, ma non penso che uno studente che giochi da solo al cellulare piegato su se stesso in silenzio ed uno che dorme siano tanto diversi, ognuno di noi a scuola può fare ciò che vuole (entro i limiti umani) basta che non si dia fastidio ad altre persone. C'è sempre stata gente che va a scuola per dormire, è la natura, c'è chi è nato studente, c'è chi è nato rompicoglioni (come me) e c'è chi è nato fannullone, ma sono lo stesso insieme nella stessa classe e mi sembra che in un liceo si sia abbastanza grandi per convivere, non siamo tutti uguali, bisogna capire che la natura ci fa differenti, si deve solo convivere.
PRESIDE --> voto: 2


2 commenti:

blackjack ha detto...

il punto dago è che io e te abbiamo una visione poco matura della scuola...per la gente matura(che a me dà i nervi,senza offesa,ma siete giovani,avete tutto il tempo per crescere e diventare dei noiosi barboni attaccati al pudore e alle regole VIVA PETER PAN!!)a scuola si va per studiare.dobbiamo ritenerci fortunati di poter andare a scuola.c'è gente che ha lottato per farlo e bla bla bla bla...che palle sti discorsi,quante volte li ho sentiti...non ho motivazioni ragionevoli per il mio pensiero,se non che è il mio pensiero,è il mio modo di vivere.VIVA LA LIBERTA' VIVA LA GIOVINEZZA!VIVA IL DOLCE FAR NIENTE!VIVA GODERSI LA VITA! QUESTO E' IL MODO CHE MI DA' PIù GUSTO E QUINDI E' QUELLO GIUSTO!!

dagohack ha detto...

davis for president!